Gruppo Auto Mutuo Aiuto

Il gruppo di auto-mutuo-aiuto nasce allo scopo di creare, attraverso il contributo di ciascun componente, un ambiente all’interno del quale persone transessuali, transgender e gender non-conforming possano condividere riflessioni ed esperienze di vita.
Lo scambio fra i partecipanti consente di definire e affrontare il proprio percorso di autodeterminazione offrendo la propria esperienza come spunto di riflessione e di crescita per gli altri componenti. Lo scambio di esperienze e sentimenti è un valore assoluto: non esiste all’interno del gruppo chi aiuta e chi è aiutato, solo nello scambio alla pari è possibile trovare insieme la strada che porta al miglioramento. L’esperienza di ognuno è quindi una risorsa per tutti, e il gruppo aiuta ognuno a riconoscersi come risorsa. La reciprocità di questo scambio, il rispetto dell’altro, la fiducia aiutano le persone a sentirsi responsabili verso se stesse e verso gli altri, favorendo l’autostima e l’iniziativa.

Il gruppo di auto-mutuo-aiuto favorisce un atteggiamento positivo: l’esperienza personale, anche la sofferenza, si può trasformare in speranza, in un nuovo modo di porsi nei confronti della vita. La speranza e la fiducia nel futuro crescono nel momento in cui attraverso il confronto con l’altro scopro e riconosco il cambiamento. Credere che il tempo è una risorsa a nostro vantaggio, aiuta a superare le difficoltà del presente e del passato, e favorisce, di nuovo, un atteggiamento attivo e responsabile.

I principi dell’auto-mutuo-aiuto hanno un valore non solo all’interno del gruppo, ma possono diventare uno stile di vita, sono principi nei quali è facile riconoscersi e che si possono adottare nella quotidianità, qualsiasi sia il nostro ruolo sociale e la nostra condizione.

Il gruppo prevede la presenza di facilitatori il cui ruolo è quello di agevolare il lavoro del gruppo e gli scambi al suo interno, nonché di essere garante delle regole di partecipazione.

Per info, scrivi a ascoltoattivoarcobaleno@arcigayvarese.it oppure invia un messaggio su Facebook