50 ANNI DI PRIDE, DOMANI E DOPODOMANI EVENTI ONLINE E OFFLINE PER CELEBRARE L’ORGOGLIO LGBTI

50 ANNI DI PRIDE, DOMANI E DOPODOMANI EVENTI ONLINE E OFFLINE PER CELEBRARE L'ORGOGLIO LGBTI

Bologna, 26 giugno 2020 – Il prossimo 28 giugno ricorreranno i 50 anni dal primo Pride (allora chiamato Gay Pride), che si tenne a New York nel 1970 per celebrare i Moti di Stonewall dell’anno prima. Le restrizioni conseguenti all'emergenza sanitaria hanno reso impossibile lo svolgimento nel nostro Paese delle parate dei Pride, tuttavia in questo weekend in diversi luoghi, fisici e virtuali, e con diverse modalità, tutte rispettose delle norme, verrà celebrato comunque il 28 giugno.


La grande novità di quest'anno è il Global Pride, la maratona di 26 ore online che coinvolgerà domani, a partire dalle 7,30 ora italiana, i Pride di tutto il globo, quelli che sono stati costretti ad annullare la parata, a partire dalla Nuova Zelanda, dall'Australia e dal Giappone fino a raggiungere, a fine kermesse, gli Stati Uniti. Il blocco europeo è  previsto tra le 16.55 e le 19, mentre i contributi italiani andranno online verso le 18. In particolare, dal nostro Paese interverrà il Torino Pride con il cantante Osvaldo Supino e il direttore dell'UNAR Triantafillos Loukarellis, il Molise Pride con Vladimir Luxuria, il Lazio Pride con Tiziano Ferro e e la rete Ondapride con i cori LGBTI di tutta italia, in un'inedita versione di  “Bella Ciao”. La maratona sarà trasmessa sull’account Youtube di iHeartRadio  o sulla pagina FB ufficiale del Global Pride.


Domani inoltre si terranno iniziative offline a Napoli, Pescara, Vicenza, Reggio Calabria, Pavia, Novara, Faenza, mentre domenica sarà la volta di  Bologna e Palermo. Infine, prosegue sui canali Onda Pride (sito web, canale YouTube e pagina Facebook) la programmazione di eventi online organizzati dai pride italiani in occasione del mese dell’orgoglio

Lgbti

Leggi di più su 50 ANNI DI PRIDE, DOMANI E DOPODOMANI EVENTI ONLINE E OFFLINE PER CELEBRARE L’ORGOGLIO LGBTI

Tag: