Arcigay Varese diventa Comitato Territoriale delle Province di Varese e Como. “I candidati alle elezioni non dimentichino la comunità LGBTI comasca”

Varese, 28 marzo 2017

Arcigay Varese diventa Comitato Territoriale competente per le Province di Varese e Como. Lo ha stabilito il Consiglio Nazionale di Arcigay a Bologna.

La Provincia di Como passa così dal comitato di Milano a quello di Varese che si occupa, tra le altre cose, di organizzare il Varese Pride, la parata della fierezza LGBTI* che conta anche una cospicua partecipazione da parte della comunità LGBTI comasca (LGBTI è un acronimo internazionalmente riconosciuto che identifica le persone Lesbiche, Gay, Bisex, Trans e Intersessuali). Questo perché a Como non esiste più un’associazione Arcigay e l’auspicio è anche quello di collaborare con le realtà associative presenti per poter riavere un punto di riferimento per le persone omosessuali, transessuali e intersessuali.

L’ampliamento della rete provinciale di Arcigay Varese arriva proprio a pochi mesi dalla tornata elettorale che coinvolgerà diversi comuni e il capoluogo stesso.

“Molte persone che ci vengono a trovare a Varese ci dicono che a Como non esiste alcun punto di aggregazione per la comunità LGBTI locale: il nostro auspicio è un decisivo cambio di rotta in questa provincia e nel capoluogo” – dichiara Giovanni Boschini, presidente di Arcigay Varese che ora si occupa delle due province – “Per cominciare, crediamo che sia fondamentale la responsabilità della politica nel creare un ambiente privo di ostilità: per questo invitiamo i candidati alle prossime elezioni amministrative a non dimenticare la comunità LGBTI comasca, inserendo progetti specifici nei propri programmi elettorali. Noi siamo a disposizione per tracciare la via verso una completa inclusione delle persone di qualsiasi orientamento sessuale e identità di genere, nonché per l’abbattimento di ogni discriminazione.”

Ultimo aggiornamento:

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!