Comunicati stampa

Primario Cittiglio, Gallera condanna l’accaduto ma non esistono piani regionali di contrasto all’omofobia

“Bene la condanna dell’Assessore al Welfare ma ci chiediamo che cosa stia facendo Regione Lombardia contro l’omofobia” – dichiara Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese – “Non solo non esistono piani o fondi, ma la Regione negli anni precedenti ha proiettato la scritta Family Day sul pirellone, ponendosi in aperto contrasto ai dirittidella comunità Lgbt. Inoltre la Regione ha ospitato conferenze che dipingevano l’omosessualità come una cosa immorale, con in prima linea il presidente Fontana. Dove sono i piani contro l’omotransfobia? In altre regioni esistono anche leggi contro le discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere. In questa Regione che si definisce la locomotiva d’Italia non esiste alcun provvedimento.”

“Pedofilia all’orizzonte dopo unioni civili e legge contro l’omofobia”, l’incredibile dichiarazione di un consigliere comunale di Saronno. Arcigay Varese: “Affermazioni folli. Si dimetta”

“Dire che dopo la legge sulle unioni civili e quella contro l’omofobia sarà il turno degli abusi sui bambini ci inorridisce e ci sconcerta, ed è ancora più grave che a mettere nero su bianco questa frase sia un rappresentante dei cittadini” – dichiara Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese.

Vizzola Ticino, cartelli e scritte omofobe alla spiaggetta. Arcigay Varese: “Inaccettabile, il comune di Vizzola Ticino si schieri contro l’omofobia”

“Non è pensabile che nel 2020 vi sia ancora gente che vorrebbe mettere gli omosessuali al rogo” – dichiara Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese. “Il nostro Paese non ha ancora una legge contro l’omofobia che prevenga atti di questo tipo. Speriamo che venga depositato un testo efficace e che questa legge venga al più presto approvata. Cartelli di questo tipo devono diventare un brutto ricordo. Una rivoluzione culturale è necessaria, per questo è importante che anche il Comune di Vizzola Ticino si schieri in maniera netta contro l’omofobia.”

Varese Pride, parata rinviata al 2021 e Pride Week in streaming

“Non è possibile proseguire con l’organizzazione. La parata del Pride, oltre a essere una manifestazione per i dirtti LGBTI+, è anche una festa. In questo momento di profonda crisi per il nostro Paese preferiamo rimandare il tutto a tempi migliori anche in rispetto delle numerose vittime della pandemia” – dichiara Giovanni Boschini, presidente di Arcigay Varese, che aggiunge: “A tutte le persone impegnate in prima linea nell’emergenza va il nostro plauso. Desideriamo inoltre esprimere vicinanza a tutte le persone colpite dall’emergenza. Siamo certi che una volta passato questo momento difficile torneremo in un grande abbraccio collettivo, per le vie di Varese con i nostri colori. Siete tutti invitati”.